Torna alla Homepage
 

Fiaip denuncia il "terrorismo psicologico" su agenti immobiliari e mediatori creditizi

Disinformazione e notizie infondate sul decreto legislativo n° 141/2010
I mediatori creditizi e gli agenti immobiliari Fiaip sottolineano come la nomina dei Componenti del Board del nuovo Organismo previsto dal D.Lgs. 141/2010 non preclude l’attività degli agenti immobiliari e dei mediatori creditizi, a differenza di quanto stanno annunciando erroneamente in questi giorni società e gruppi di mediazione creditizia, anche legati ad Associazioni di Categoria.

Il Vice Presidente Nazionale Fiaip alla Mediazione Creditizia Samuele Lupidii dichiara come: “ la nomina del Board del suddetto Organismo non costituisce il termine per l’applicazione in toto del citato D.lgs. 141/2010 e che bisognerà attendere la sua effettiva costituzione. Si tratta, infatti, di un nuovo Organo di diritto privato che verosimilmente sarà costituito, come base associativa, proprio dalle Associazioni di riferimento del settore degli intermediari finanziari e dei mediatori del credito”.

“Allo stato attuale - ribadisce Samuele Lupidii - gli agenti Immobiliari possono continuare a segnalare mutui alle banche, se strumentali alla propria attività principale, e i mediatori creditizi possono continuare ad operare anche come ditte individuali”.

Fiaip denuncia quindi l’attività di puro “terrorismo psicologico” e di disinformazione in atto su mediatori creditizi e agenti immobiliari che non trova alcun riscontro nel D.lgs. 141/2010 e seguenti per quanto riguarda i tempi di applicazione dello stesso con conseguente abrogazione del D.P.R. n° 287/2000.

La Fiaip avrà cura, come ripetuto in più occasioni, di dare notizie certe riguardo alla normativa in oggetto e alla sua applicazione temporale.


Roma, 12 maggio 2011

Fonte: Ufficio Stampa